Abusi e violenze su disabili, tre arresti in una struttura socio assistenziale di Serradifalco

Nel nisseno arrestate tre persone per violenza sessuale, maltrattamenti, abbandono di incapaci, esercizio abusivo della professione di infermiere. Altre due persone sono state raggiunte dalla misura interdittiva della sospensione dall’esercizio della professione, sequestrata anche la struttura “lager” per disabili psichici e quote societarie.

I Carabinieri del Gruppo Tutela della Salute di Napoli, collaborati dai militari del Comando Provinciale Carabinieri di Caltanissetta, stanno eseguendo cinque ordinanze cautelari personali, emesse dal GIP presso il Tribunale di Caltanissetta su richiesta della locale Procura, nei confronti di titolari e dipendenti di una struttura socio assistenziale per disabili psichici, posta sotto sequestro sempre su disposizione dell’A.G..

I destinatari del provvedimento, uno in carcere, due ai domiciliari e due sospesi dalla professione per un anno, sono indagati, a vario titolo, di violenza sessuale aggravata, maltrattamenti, abbandono di incapaci ed esercizio abusivo della professione di infermiere. Le indagini del NAS di Ragusa hanno documentato numerosi casi di violenze sessuali, percosse, malnutrizione, abbandono di incapaci e somministrazione abusiva di farmaci nella struttura “lager” all’interno della quale erano ospitate nove persone affette da disabilità psichiche di varia gravità.

I particolari dell’operazione saranno illustrati nel corso di un incontro con i rappresentati dell’informazione che si terrà al Comando Provinciale Carabinieri di Caltanissetta alle ore 10.00.

Commenta su Facebook