A Villa Barile il Convegno “Viaggio nella Galassia del Cuore”. Relazione delle cardiopatie con altre patologie

395

Un nuovo utilissimo viaggio nella “Galassia del Cuore” è organizzato dal cardiologo nisseno Luigi Scarnato per i giorni 28 e 29 giugno, nella prestigiosa location di Villa Barile a Caltanissetta.

Il cardiologo Luigi Scarnato

Questa terza edizione del Convegno non sarà un viaggio monotematico che vede coinvolti il nostro organo più importante, il cuore, e chi, per definizione, ne ha cura ossia il cardiologo. Sarà un viaggio che esplorerà nuovi mondi e nuove situazioni, in stretta relazione con il cuore, con la filosofia della multidisciplinarietà coinvolgendo, cioè, medici di tutte le specialità. Le malattie cardiache, infatti, possono essere la causa di altre patologie, ma possono esserne anche l’effetto. Da qui la necessità di una interazione in grado di affrontare il problema su più fronti.

Saranno trattati temi importantissimi come l’ipertensione, l’insufficienza cardiaca, la fibrillazione atriale con le problematiche legate al suo controllo sia dal punto di vista del ritmo cardiaco sia dal punto di vista della profilassi trombo embolica. Temi che, come già detto,  saranno trattati non già dai cardiologi tra loro ma coinvolgendo gli altri specialisti che, in un modo o nell’altro, sia pure indirettamente, sono interessati ai problemi correlati alle malattie cardiache e agli effetti secondari che possono derivarne.

Chi, per esempio, è costretto a seguire costantemente terapie con anticoagulanti deve fare i conti con il problema dei sanguinamenti. E di questo, oltre il cardiologo, parlerà l’ematologo, il gastroenterologo, l’urologo, l’oculista e l’odontoiatra.

Inoltre, argomento nuovissimo, si parlerà di PNEI (psico-neuro-endocrino-immunologia) disciplina che mette in relazione attività mentale, sistema endocrino e reattività immunitaria argomenti sin qui affrontati separatamente e mai attraverso ciò che ne costituisce un legame.

Saranno 24 i relatori, provenienti da tutta la Sicilia, che cercheranno e offriranno esperienze e studi indispensabili per il progresso della Medicina.

 

Commenta su Facebook