A Gela divieto di utilizzo dell’acqua per uso alimentare per la presenza di trialometani

142

Questa mattina il dirigente responsabile dell’Unità Operativa SIAN dell’Asp 2 Carmelo Campisi ha informato il Comune della presenza di trialometani e parametri di torbidità nei campioni d’acqua prelevati il 5 e 6 novembre. Dopo aver invitato Caltaqua alla risoluzione urgente dell’inconveniente ha consigliato al Commissario Straordinario di emettere in via precauzionale ordinanza di divieto sull’uso alimentare diretto dell’acqua estesa a tutta la città sino a quando i valori non rientrano nella norma. In mattinata stessa, il Commissario ha emesso una ordinanza, in via precauzionale, con cui ordina il divieto di uso dell’acqua per scopi alimentari.

Caltaqua è stata invitata a fornire,  con urgenza, di acqua potabile a mezzo di  autobotti ai seguenti enti:

Comune;

Ospedale;

RSA di Caposoprano, Clinica Santa Barbara; Strutture Sanitarie pubbliche e private, purchè convenzionate S.S.L.;

Forze dell’Ordine (Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, Capitaneria di Porto, Comando di P.M., Vigili del Fuoco, Carcere):

Tribunale;

Scuole di ogni ordine e grado;

Comunità alloggio e/o case di riposo,

Soggetti pubblici  e privati che si trovino in stato di necessità e urgenza debitamente comprovato.

Sempre in via precauzionale per la giornata di venerdì il servizio di refezione scolastica è stato sospeso.

Il Commissario Straordinario

                                                                Dott. Rosario Arena

Commenta su Facebook