A cosa serve la “Caltanissetta agricoltura e sviluppo Scpa?”, interrogazione dei consiglieri Licata e Talluto

618

Una società partecipata che si occupa di un Patto territoriale che non esiste più, che per di più viene ricapitalizzata. Interrogazione al sindaco Giovani Ruvolo dei consiglieri del polo civico, Salvatore Licata e Linda Talluto, per conoscere quali obiettivi ha raggiunto la “Caltanissetta Agricoltura e sviluppo Scpa”, società consortile di cui il comune detiene il 12%. Istituita nel 2001 per i patti territoriali, la partecipata coinvolge 20 dei 22 Comuni del nisseno. Bisogna comprendere, secondo Licata e Talluto, “se tale società partecipata in questi anni ha assolto al suo compito con le consequenziali ricadute in termini di sviluppo del territorio nisseno”. Inoltre “qualche tempo fa la Caltanissetta Agricoltura e Sviluppo scpa è stata interessata da una ricapitalizzazione di cui serve conoscere l’utilità” e serve “comprendere quale linea intende seguire il Comune di Caltanissetta.

I due consiglieri chiedono di conoscere il consuntivo dell’attività svolta dalla “Caltanissetta Agricoltura e Sviluppo SCPA”, quale è la situazione economica e gli intendimenti del Comune, in ordine all’attività futura.

Commenta su Facebook