A Caltanissetta le multe meno care. In bilancio 1,3 milioni di entrate dalle contravvenzioni

1014

autovelox2Un milione e trecentomila euro. A tanto ammontano le previsioni di entrata per le casse del comune di Caltanissetta, dalle contravvenzioni e dalle multe che saranno elevate dalla Municipale fino a fine anno. E’ quanto emerge dal riparto dei proventi delle contravvenzioni, approvato dal primo cittadino su proposta del comandante della Polizia municipale, Maurizio Parisi. Una cifra enorme, che in realtà si spiega con quasi 800 mila euro di somme pregresse di anni precedenti non riscosse. Quindi per l’anno in corso, in realtà, la Municipale conta di incassare 400 mila euro dalle multe, poco più di mille euro al giorno.

E intanto è uscita la classifica del sole 24 ore con le città in cui le multe sono più care in Italia e per i nisseni c’è una sorpesa. Se Milano è la città con le multe più alte d’Italia, Caltanissetta vanta tra le più basse contravenzioni, intese come valore medio della multa elevata, piazzandosi al 96° posto, uno degli ultimi.

Andando al milione e trecentomila euro, comunque iscritti quale introito che andrà in bilancio di previsione, la giunta municipale intende destinarne il 50% per una serie di attività il cui totale sarà di settecentomila euro, così ripartiti:

Il 25% per ammodernare, sostituire e potenziare la segnaletica stradale.

Il 30% per l’acquisto di automezzi e attrezzature utili a potenziare i controlli sulle strade, contro le violazioni al codice, destinati alla Polizia Muncipale

Il 20% per la manutenzione delle strade, il manto stradale e interventi di sicurezza stradale per i soggetti più deboli.

Il 12% per i servizi notturni della Polizia Municipale, tra cui gli straordinari previsti per legge per gli operatori di pubblica sicurezza che fanno servizio notturno.

L’ 11% per automezzi e mezzi per la sicurezza stradale,

Il 2% per incrementare il fondo di prvidenza dei vigili.

Poi 50 mila euro sono stanziati a valere sulle multe elevate per infrazioni al codice della strada tramite autovelox sulle strade urbane, in particolare il 50% alla sicurezza stradale, alle barriere e manto stradale e il 50% anche al potenziamento del personale in termini di straordinari.

 

 

Commenta su Facebook