A Caltanissetta la Casa delle Culture e del Volontariato festeggia la fine del Ramadan

503

Nei giorni scorsi ha avuto termine il Ramadan, il mese in cui secondo la pratica islamica si pratica il digiuno. Ieri sera a Caltanissetta – come avviene ormai da alcuni anni – presso la Casa delle Culture e del Volontariato “L. Colajanni” di via Xiboli si è svolta una festa di fine Ramadan insieme ai cittadini stranieri ospiti della città, in un clima di grande gioia e fratellanza, con balli, canti e degustazione di specialità culinarie locali e dei paesi di origine dei migranti.

L’evento è stato organizzato dal Mo.v.i. (Movimento Volontariato Italiano) presieduto da Filippo Maritato, direttore della Casa, unitamente alle Associazioni di promozione sociale Iside, Migranti Solidali, alla coop. Sociale “S. Filippo Neri” ed al Centro di accoglienza “Madre Speranza”. L’Assessore alle Politiche di accoglienza ed inclusione, Carlo Campione, è intervenuto in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale di Caltanissetta, salutando tutti gli intervenuti e ricordando l’importanza di momenti simili di aggregazione e di sana e corretta integrazione che contribuiscono a superare condizioni di ghettizzazioni, degrado e intolleranza. Anche il presidente dell’Associazione Migranti Solidali, Tosif Ahmed Khan, ha salutato i partecipanti ringraziandoli per aver aderito all’invito ad accostarsi al migrante con spirito di solidarietà umana, nonostante un clima generale che spinge nella direzione opposta.

Filippo Maritato, direttore della Casa delle Culture e del Volontariato, ha dichiarato: <La festa è nata nella piena condivisione delle parole del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che proprio in occasione della conclusione del Ramadan ha ricordato “l’importanza che la Costituzione attribuisce alla libertà religiosa e al rispetto tra culture e fedi diverse per assicurare una società pacifica e stabile, democratica e coesa. Il proliferare nel mondo di episodi di estremismo, violenza e intolleranza, talvolta abusivamente ammantati di motivazioni religiose, richiede un rinnovato e convinto impegno per promuovere una cultura della convivenza pacifica e inclusiva”. Qui nella Casa delle Culture e del Volontariato ogni giorno, grazie alle attività quotidiane di decine di associazioni e gruppi di volontariato presenti a Caltanissetta, ci facciamo artefici e portatori di dialogo e di integrazione, favorendo la crescita umana e culturalesecondo i fondamentali valori di tolleranza e rispetto>.

Nel corso della serata hanno partecipato oltre 150 persone, anche famiglie nissene e straniere accompagnate dai propri bambini; tra i partecipanti anche i “neo-diplomati” del corso di lingua araba di base, organizzato dall’Associazione Iside proprio nei locali della Casa delle Culture e del Volontariato e giunto già alla secondo edizione con un notevole successo di partecipanti.

Video:

https://www.facebook.com/iside2017/videos/679748305750682/

https://www.facebook.com/ennio.bonfanti/videos/2030608346949506/

https://www.facebook.com/ennio.bonfanti/videos/2030592313617776/

Commenta su Facebook