A Caltanissetta comincia la festa per il capitano della Real Maestranza

544

La Real Maestranza al gran completo ha festeggiato il capitano nel giorno del «sabatino». Una tradizione vecchissima che segna la prima uscita pubblica del capitano, espresso a turno ogni anno dai vari ceti artigianali. Quest’anno toccherà al fabbro Giovanni Cimino, settantenne con una militanza di un cinquantennio nella Maestranza.

«È andato tutto a meraviglia» ha dichiarato Cimino che in questi giorni sprizza felicità da tutti i pori per essere arrivato al vertice della manifestazione più antica di Caltanissetta. «Fare il capitano – ha aggiunto – capita un volta nella vita di un artigiano e per questo stiamo dando il massimo per la riuscita degli eventi pasquali».

Il «sabatino» vive in due fasi. La prima alla chiesa Provvidenza scelta non a caso, la seconda in Cattedrale. Alla Provvidenza dove l’unico punto di riferimento per i residenti è rimasta la parrocchia c’è stato un intenso momento di preghiera guidato da padre Salvatore Lovetere.

L’articolo completo di Stefano Gallo nell’edizione della Sicilia Orientale del Giornale di Sicilia.

Commenta su Facebook