Aree di permuta a San Cataldo. Immobili pagheranno tasse con rendita catastale ridotta.

581

Sindaco Raimondi San CAtaldoIl Sindaco Francesco Raimondi ha reso noto alla Città di San Cataldo, che dopo un impegnativo iter burocratico è stato risolto l’annoso problema della perequazione delle rendite catastali degli immobili ricadenti nella zona di permuta territoriale del comune di San Cataldo. “E’ un avvenimento storico per San Cataldo – afferma Raimondi – un obiettivo raggiunto che vale un intero mandato. L’Agenzia delle Entrate ha già dato incarico alla Sogei di predisporre il software necessario per apportare le dovute variazioni, diminuendo le tariffe d’estimo degli immobili ricadenti nel territorio di permuta. Gli immobili interessati alla sostanziale riduzione delle tariffe d’estimo sono più di 5.000 e le persone coinvolte sono più di 10.000, quasi la metà dell’intera popolazione di San Cataldo”.

La revisione delle rendite catastali riguarda gli immobili siti nel territorio amministrativo di San Cataldo ricevuto in permuta da Caltanissetta e comporterà riduzioni dal 60% fino al 95% e al 285%, rispettivamente per immobili in categoria A oppure C. Fino ad oggi i cittadini con immobili ricadenti nella zona di permuta hanno pagato imposte (ICI, IMU, IRPEF) di molto superiori.

Commenta su Facebook