Memorial Nuccia Grosso 500 tagliandi ritirati. Con Paolo Liguori anche l’evento formativo del pomeriggio con i giornalisti

1198

500 tagliandi ritirati su 650 posti disponibili. Questi i numeri alla vigilia della quarta edizione del Premio al giornalismo ed alla cultura memorial Nuccia Grosso, che aprirà i battenti alle 20,45 al teatro Rosso di San Secondo.

13 gli articoli selezionati e 5 servizi in dvd sul tema “Facebook: un ponte verso l’alienazione o la crescita delle relazioni umane e sociali?Analisi sul fenomeno dei social network che stanno cambiando il modo di conoscersi e socializzare”. Articoli che saranno letti sul palco da attori e speakers nisseni e che saranno giudicati da una giuria composta da giornalisti nisseni e presieduta dal direttore di tgcom 24 Paolo Liguori.

Nel corso della serata saranno consegnati anche i premi all’iniziativa dell’anno,al servizio web dell’anno ed “un giornalista un libro” ed illustri ospiti la vincitrice del venticinquesimo Festival città di Caltanissetta Vittoria Sardo ed il quartetto di chitarristi String Quartet.

Paolo LiguoriIntanto nel pomeriggio di oggi, nella sala blu del teatro Rosso di San Secondo, con il giornalista e direttore di TgCom24, Paolo Liguori, si terrà l’evento formativo destinato ai giornalisti dalle ore 17,00 alle ore 20,00 sul tema: “Dalla televisione al web nell’era della comunicazione 3.0”. Tre i crediti formativi riconosciuti. Chi non si è iscritto alla piattaforma Sigef potrà farlo prima dell’inizio dell’evento formativo.

Tornando al Memorial Nuccia Grosso, è entusiasta l’ideatore del concorso e figlio della giornalista scomparsa Tony Maganuco: “Viaggiare verso il tutto esaurito con manifestazioni di questo genere mi riempie di orgoglio. Difficile riempire i teatri per eventi culturali e noi ci stiamo riuscendo. Evidentemente le nostre “corde culturali” hanno un suono che piace ai nisseni e soprattutto, e ne sono certo, a Nuccia Grosso”.

Per i posti ancora disponibili possibilità di prenotare chiamando il 09347547001 o direttamente al botteghino del teatro Rosso di San Secondo”

Commenta su Facebook