30 rimpatri di stranieri trattenuti al CIE. Tra loro anche l’indiano sospettato del tentato sequestro di una bimba

647

Proseguono i rimpatri di stranieri entrati illegalmente in Italia e trattenuti presso il CIE di Pian del Lago. Sono stati trenta nel corso della settimana.‬

‪Dopo i 14 clandestini di lunedì, oggi altri 12 cittadini di nazionalità tunisina, che erano trattenuti al CIE (Centro di Identificazione ed Espulsione) di Pian del Lago, sono stati espulsi dal territorio italiano.

La Questura di Caltanissetta informa che al termine dell’iter di identificazione e riconoscimento da parte dell’Ufficio Immigrazione, è stato eseguito il decreto Prefettizio. I migranti – entrati clandestinamente nel nostro Paese – sono stati accompagnati da una scorta della Polizia di Stato all’aeroporto Falcone/Borsellino di Palermo e imbarcati su volo charter diretto a Tunisi. Martedì era stato rimpatriato il 43enne cittadino indiano Ram Lubhaya, tratto in arresto lo scorso 16 agosto a Scoglitti, poiché sospettato del tentato sequestro di una bimba e, successivamente all’arresto, condotto presso il CIE di Pian del Lago. Dall’inizio dell’anno sono più di 400 i clandestini – di varie nazionalità – trattenuti nel CIE di Caltanissetta che sono stati espulsi e rimpatriati nei Paesi di origine e circa 200 quelli richiedenti protezione internazionale, ospitati nel CARA, trasferiti in altre regioni italiane a cura della Questura di Caltanissetta.‬

Commenta su Facebook