25 aprile, celebrato il 71° anniversario della liberazione. Il Prefetto Cucinotta: “un giorno da ricordare due volte”

1459

Celebrato, alla presenza di S.E. il Prefetto Maria Teresa Cucinotta, delle maggiori autorità civili e militari e dei sindaci di numerosi Comuni della Provincia,  il 71° anniversario della Liberazione d’Italia dalle truppe nazifasciste. Presenti anche le rappresentanze delle locali Associazioni combattentistiche e dell’Associazione nazionale Partigiani d’Italia.

Intervista a S.E. il Prefetto di Caltanissetta Maria Teresa Cucinotta

Alessandro Bevilacqua, Salvatore Buttaci e Ignazio Vela
Alessandro Bevilacqua, Salvatore Buttaci e Ignazio Vela

La cerimonia, animata dal Corpo bandistico Giuseppe Verdi si è svolta alle 10,00 presso il Monumento ai Caduti di Viale Regina Margherita dove un picchetto interforze, durante la consueta  deposizione della corona d’alloro da parte del Prefetto di Caltanissetta Maria Teresa Cucinotta, ha reso gli onori militari alla bandiera e ai caduti.

Subito dopo, nell’Ufficio del Prefetto, si è svolta la cerimonia di consegna di tre  “Medaglie della Liberazione”,  conferite dal Ministro della Difesa con l’alto patrocinio della Presidenza della Repubblica, a tre cittadini della provincia: Alessandro Bevilacqua di Sommatino, 92 anni; Salvatore Buttaci di Mussomeli, 94 anni e, alla memoria, Mario Vela deceduto nell’agosto 2015 all’età di 99 anni. Presenti i sindaci di tre Comuni e il Commissario del Libero Consorzio tra Comuni d.ssa Rosalba Panvini.

Non possiamo non rilevare un grossolano errore nella stampa dell’attestato consegnato ai predetti partigiani nel quale, in data 25 aprile 2016 viene indicato, sicuramente per distrazione,  il 70° anniversario della liberazione piuttosto che il 71°. Nulla esclude che, alla stessa stregua di quanto avviene in numismatica, gli attestati, oltre al loro valore fisiologico, ne possano avere uno da collezionista.

FOTOGALLERY

Commenta su Facebook