25 anni di diabetologia pediatrica a Caltanissetta. Collaborazione per il sostegno ai bambini con diabete

938

Presso la sala convegni del Seminario Vescovile di Caltanissetta, si è festeggiato domenica scorsa il 25° anniversario dell’unità operativa di diabetologia e obesità in età evolutiva dell’Asp di Caltanissetta, nata a giugno del 1990 e attualmente diretta dal Dott. Alfonso La Loggia.

In occasione della Giornata Mondiale del Diabete è stato festeggiato il “Compleanno di Insulo” la mascotte dell’Unità Operativa rappresentata da una giovane pianta con una pala di fichi d’india, umanizzata in forma di un bambino sorridente, con i suoi frutti dolci ma anche con le spine, come gli aghi che i bambini sono costretti a usare per assumere l’insulina, ma con il sole che fa da sfondo, simbolo di luce e di calore.

Una mascotte che rappresenta anche la collaborazione tra l’ASP nissena e l’Associazione Giovani Diabetici del centro Sicilia (AGDcS) presieduta da Angelo Ottaviano, iniziata nel 1994 con l’obiettivo di offrire cure e sostegno ai bambini con diabete e alle loro famiglie. Durante la serata, grazie ai numerosi ospiti illustri, sono state ripercorse le tappe importanti che hanno consentito all’unità operativa di diabetologia pediatrica di Caltanissetta di essere accreditata come centro di riferimento regionale.

Il Dott. La Loggia, durante il suo intervento, ha evidenziato che la presenza nel territorio di questa unità, rappresenta un servizio innovativo nel suo genere perché prima esistevano solo centri ospedalieri e universitari e i bambini della Sicilia centro-meridionale erano costretti a pesanti migrazioni. La cura del diabete è cambiata perché si rivolge verso nuove frontiere attraverso l’integrazione tra l’ospedale e il territorio.

La Loggia ha sottolineato come la buona intesa con i poli ospedalieri, soprattutto la pediatria dell’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta e la pediatria dell’ospedale Vittorio Emanuele di Gela, permette di offrire ai bambini e ragazzi del comprensorio nisseno, di cui fanno parte anche le province di Enna e Agrigento, come da piano sanitario regionale, l’opportunità di fruire di un servizio efficace ed efficiente, per cui non hanno più l’esigenza di spostarsi al nord o nei poli universitari per sottoporsi alle cure.

L’Associazione Giovani Diabetici del Centro Sicilia è formata quasi esclusivamente dai genitori dei pazienti diabetici e il Presidente dell’AGDcS, Angelo Ottaviano, assieme ai suoi predecessori i Sig. Giuseppe Arnone e Calogero Barberi, ha evidenziato il supporto che viene dato alle famiglie nell’ambito amministrativo, per il disbrigo delle pratiche nei vari uffici (Inps, ASP) per il rilascio della patente, per l’ottenimento dei benefici della legge 104 e delle altre norme di tutela e soprattutto nelle scuole per l’applicazione stesura del documento strategico del piano nazionale sul diabete che è stato recepito con decreto dalla Regione Sicilia lo scorso anno.

Il Presidente Nazionale dell’AGD Italia, l’ingegnere Gianni Lamenza ha preannunciato delle novità sull’applicazione delle norme di tutela dei bambini da parte dell’INPS. Interessante l’intervento del prof. Maurizio Vanelli dell’Università di Parma, sul gruppo di studio sul diabete della Società Italiana di Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica. Tra gli intervenuti gli amici della rete di Diabetologia Pediatrica Siciliana prof. De Luca, dott.ssa Cardella e dott.ssa Salvo. Interessante l’intervento del dott. Guglielmo Reale, Dirigente del servizio Programmazione dell’Assessorato alla Salute della Regione Sicilia. Il Dott. Reale ha ribadito l’impegno della Regione e del suo Ufficio per la tutela dei diritti dei bambini per continuare ad offrire ai piccoli, servizi sempre più avanzati che pongono la nostra regione tra le più organizzate nel settore. La serata è stata allietata da intermezzi musicali offerti dalla Soprano Giuliana Consiglio, dalle sorelle Amenta, Rachele ha partecipato alla trasmissione televisiva “Io canto” condotta da Gerry Scotti vincendo una borsa di studio che le permetterà di seguire un corso di canto presso la Scuola di Mogol. Si sono esibiti altresì, Emanuel Di Vita alla chitarra, le Sorelle Lodato che hanno chiuso la serata con un balletto. Il Presidente del Lions Club di Caltanissetta, Dott. Liborio Iannì, ha illustrato il contributo del Lions Club International, partner della manifestazione, nella lotta al diabete attraverso il service internazionale permanente “Prevenzione e Attività contro il diabete”. Ogni anno vengono organizzati numerosi eventi per sensibilizzare la popolazione, screening e incontri formativi sulle problematiche comportamentali che aiutano a metabolizzare uno stile di vita compatibile con le esigenze del proprio stato di salute. Il pubblico numeroso ha tributato alla fine della serata un lungo applauso a tutti gli “attori” dell’evento e al Dott. Alfonso La Loggia, per il servizio carico di umana professionalità che quotidianamente offre ai cittadini, coadiuvato da una equipe di professionisti motivati, composta da infermiera professionale, biologa della salute, dietista e psicologa, affiancati e sostenuti dall’AGDcS.

Commenta su Facebook