Brevetto con tecnologia italiana premiato al Salone delle invenzioni di Ginevra

1380

A Ginevra al “42° Salone Internazionale delle Invenzioni, delle tecniche e dei prodotti nuovi” tenutosi dal 2 al 6 aprile di quest’anno, una giuria internazionale, composta da oltre 70 membri qualificati di diversi paesi, ha premiato Alessandro Mazzucchelli, imprenditore bresciano, figlio della nostra collaboratrice Enza Pirrera Corsini, che cura la rubrica quotidiana “Su per Giù” per Radio CL1, che ha ottenuto per i pregi di VACUST le attestazioni di “Annual Award Tesla” oltre al premio “Medaglia d’oro con complimenti” fra più di 750 invenzioni concorrenti provenienti da tutto il mondo.

Ha stupito la tecnologia proposta dell’inventore lombardo Mazzucchelli, che, sfruttando un procedimento di sottovuoto, grazie a una speciale membrana, ricrea le forme perfette di ogni sagoma, riproducibile sia in posizione orizzontale, sia in verticale. Novità assoluta utile ad aumentare notevolmente le prestazioni di ogni supporto ergonomico.

Fra le molte applicazioni pratiche ipotizzabili per VACUST nel quotidiano c’è, per esempio: un semplice comando manuale che renderà il sedile di ogni autovettura esattamente come in quel preciso momento necessita la forma del corpo della persona alla guida. Vacust_supporto_ortopedicoLa seduta, modificabile di volta in volta, può diventare a esatta misura dell’utilizzatore.

Innumerevoli sono i settori interessati alla tecnologia VACUST, fra i quali emerge l’automotive, per cui sono in corso test in collaborazione con una importante azienda italiana del settore corse.

Fra gli articoli sportivi: zaini, scarponi da sci, caschi, imbragature, protezioni dorsali antiurto, selle da equitazione e molto altro, ma anche nel settore del packaging per un imballaggio ecocompatibile di eccezionale risparmio, poiché capace di protezione totale, leggerissimo e, soprattutto, riutilizzabile infinite volte. Da segnalare anche le potenziali ottimizzazioni in campo del biomedicale. VACUST è già in disponibilità di un gruppo di ricercatori dell’Università Rizzoli di Bologna, che sono al lavoro per uno studio delle prestazioni nel postraumatico/riabilitativo.

Soddisfacente, quindi, la partecipazione e il successo ottenuto da VACUST in un evento internazionale come il “Salone dell’Invenzione di Ginevra”, dove, sotto l’alto patrocinio della Confederazione Elvetica e dall’Organizzazione Mondiale della Proprietà Intellettuale (OMPI) oltre 750 invenzioni si sono mostrate a un pubblico di oltre 100.000 visitatori provenienti da 45 paesi. Tra le invenzioni esposte, per la prima volta, gli elaborati delle più qualificate Università come quelle di Pechino, Hong Kong, Mosca, Teheran e Varsavia. Uno specchio straordinario della situazione economica mondiale l’evento di Ginevra, in cui il 42 % delle invenzioni erano targate Europa, mentre i paesi Asiatici che hanno partecipato rappresentano il 54% delle presenze, evidenziando il loro forte impegno di investimenti a favore dell’innovazione.

Gli Emirati Arabi, presenti con aree molto vaste al Salone, alla presenza dello Sceicco hanno deciso di premiare personalmente due aziende Italiane per le loro applicazioni nei campi dell’imballaggio e dello smaltimento rifiuti, capaci di un minor impatto ambientale.

Commenta su Facebook