20 miliardi per infrastrutture nell’Isola, Cancelleri. “Dopo deecenni di stallo, frutto dell’impegno per il territorio”

Ieri, Ferrovie dello Stato italiane ha presentato, in conferenza stampa, un maxi piano di investimenti da 190 miliardi per i prossimi 10 anni.

“Un piano ambizioso e pieno di sfide che stiamo affrontando da tempo per uno sviluppo sempre più sostenibile delle infrastrutture e della mobilità al servizio del Paese” dichiara il Sottosegretario al Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili On. Giancarlo Cancelleri.

“Sono orgoglioso di questi investimenti così ingenti, sicuro che il lavoro finora svolto al Ministero per la mia terra stia raccogliendo i suoi frutti. Dei 190 miliardi di investimenti in tutta Italia il Gruppo FS italiane ne destinerà, infatti, 20 miliardi alla nostra Isola. Tantissime risorse che aprono ad uno scenario di mobilità sempre più multimodale, digitale, condivisa ed ecologica”, commenta orgoglioso il Sottosegretario.

“Innovazione, digitalizzazione, interconnessione, non basta più la mobilità, è il tempo dei servizi digitali, interconnessi innovati. Nel piano di investimenti presentato ieri da FS tantissime opere ferroviarie e stradali da realizzare, potenziare e completare in tutto il territorio siciliano.

Circa 14 miliardi sono destinati ai progetti su rotaie, quello più ambizioso è sicuramente il collegamento veloce Palermo-Catania-Messina. Altri interventi da annotare sono il nodo di Palermo e di Catania, il collegamento con l’aeroporto di Fontanarossa, l’elettrificazione della Line Palermo-Trapani via Milo, la Caltagirone-Gela, il bypass di Augusta, il potenziamento della Palermo-Agrigento-Porto Empedocle ed il collegamento con l’aeroporto di Trapani.

Circa 6 miliardi sono invece destinati alle infrastrutture stradali ed in particolare ai progetti della Ragusa-Catania, la Palermo-Agrigento, la tangenziale di Gela, la SS 284 Andrano-Paternò.

Ancora, circa 1 miliardo è destinato al polo logistica e 400 milioni al Polo passeggeri in ambito ferroviario che si traducono in ulteriori treni per il trasporto locale e nel potenziamento del servizio diurno e notturno” continua Cancelleri.

“Tanti progetti, molti cantieri all’attivo, tanti posti di lavoro, questo è lo scenario attuale e dei prossimi anni. Abbiamo lavorato per fare uscire la Sicilia da un immobilismo che durava da decenni ed ora siamo pronti a restituire agli italiani, ai siciliani ed al territorio quelle infrastrutture attese da sempre, necessarie per consentire lo spostamento di persone e merci in modo efficiente, sicuro e sostenibile”, sottolinea deciso il Sottosegretario.

Commenta su Facebook