Essere costretti ad andare fuori dalla Sicilia per sottoporsi a un intervento chirurgico o a una visita specialistica, può essere, oltre al disagio per il malato e per chi deve accompagnarlo, motivo di preoccupazione dal punto di vista economico.

Dovere andare – poniamo – a Milano presso l’ospedale “tal dei tali” per essere operati e magari doverci rimanere per un lungo periodo, può non essere un problema per chi ha dei risparmi o per chi non deve fare i conti con un modesto stipendio.

Ma chi, come spesso accade, non ha questa possibilità deve “scalare una montagna”, quella delle spese (aereo per il malato e per l’accompagnatore, vitto e alloggio per l’accompagnatore e quant’altro sia legato alla esigenza del ricovero).

Orbene, una legge regionale, la n. 202 del 13/08/1979, indicataci dall’Associazione di volontariato “Progetto Luna”, potrebbe essere d’aiuto a molti ma, ahimè, forse per difetto di comunicazione, è poco conosciuta anche dai medici che, ove ne fossero a conoscenza, potrebbero suggerire ai loro pazienti di usufruire dei benefici che la legge offre e cioè di un rimborso che oscilla tra il 40% e il 60% delle spese sostenute in relazione al reddito familiare dell’anno precedente a quello della richiesta. A tal fine occorre produrre l’ultima dichiarazione dei redditi o l’ultimo CUD.

  • 60% della spesa complessiva, per redditi fino a € 18.000
  • 50% della spesa complessiva, per redditi fino a € 26.000
  • 40% della spesa complessiva, per redditi fino a € 36.000

I suddetti importi di reddito sono aumentati di € 1.000 per ogni componente del nucleo familiare fino a max € 4.000.

Al solo scopo informativo e  per rendere un servizio a tutti coloro che ci seguono, senza assumerci responsabilità alcuna ove, nel frattempo, fossero intervenute variazioni, pubblichiamo uno stralcio della legge e gli stampati che, debitamente compilati, debbono essere prodotti alla ASP di competenza.

Attenzione, è importante che la domanda sia presentata prima della partenza pena l’esclusione dal beneficio.

Maggiori e più precise informazioni, ovviamente, si potranno ottenere presso gli uffici della ASP 2 di Caltanissetta, in viale Regina Margherita (ex ospedale).

 

SCARICA

Stralcio legge regionale 202 1979

Domanda da presentare alla ASP competente

Dichiarazione sostitutiva dello stato di famiglia

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento