L’installazione degli impianti di videosorveglianza, seppur dettata da esigenze di sicurezza e tutela del patrimonio aziendale, è soggetta oltre che alla normativa sulla protezione dei dati personali anche allo Statuto dei lavoratori (Legge n. 300/1970).

La disciplina in materia prevede pertanto che l’installazione degli impianti di videosorveglianza sia possibile solo dopo la stipula di un accordo sindacale con i lavoratori o, in alternativa, previa autorizzazione della Direzione Territoriale del Lavoro (DTL).

Per agevolare le imprese nell’accesso alle procedure di autorizzazione, semplificando l’iter burocratico, l’Ente Bilaterale del Terziario della Provincia di Caltanissetta, composto da Confcommercio Caltanissetta e dai sindacati Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil, ha siglato con la DTL il “Protocollo d’intesa sulle installazioni di sistemi di sicurezza antirapina in luoghi di lavoro”.

Il protocollo consente a tutte le imprese della provincia aderenti a Confcommercio di adempiere velocemente agli obblighi di legge, evitando le pesanti sanzioni amministrative (da 30.000 a 180.000 euro) e penali (ammenda da 154 a 1.549 euro o arresto da 15 giorni ad un anno). Si ricorda che in caso di mancato adempimento è vietata e quindi punita anche la semplice installazione del sistema di videosorveglianza ancorché non seguita dall’attivazione dell’apparecchiatura. Per maggiori informazioni è possibile contattare gli uffici della Confcommercio Caltanissetta al numero 0934/21626 o scrivere una mail a caltanissetta@confcommercio.it .

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento