Pippo GrossoII 13 novembre 1976 Radio CL 1 emette il primo vagito via etere.
Una radio libera nata quasi per gioco, partorita da un’idea di Pippo Grosso e un gruppo di amici che coniugava il fascino del nuovo e la creatività di un progetto coinvolgente in direzione della comunicazione, degli ascolti, dei messaggi.
Nasce cosi, sulla scorta di un canovaccio farcito di poche ma indicative proposte progettuali, Radio CL 1 ed é subito successo in virtù di un’ audience superiore ad ogni aspettativa. L’emittente radiofonica conquista nel volgere di pochi mesi un alto indice di ascolto che tutt’oggi mantiene, grazie anche ad un selezionato palinsesto musicale.
Al di lá della ritualità dei programmi emerge subito la qualità professionale, lo stile radiofonico, la capacità di comunicare dei conduttori. Gli ascoltatori si innamorano delle voci, del modo di porgere, dell’intreccio parole-musica che caratterizza il pool radiofonico.
Dai vagiti ai ruggiti: i radiogiornali fanno testo per la tempestività delle notizie, gli editoriali sferzanti, le inchieste dettagliate, le denunce documentate e la rigorosa analisi di fatti di casa nostra, senza alcuna sudditanza politica.